Museo Stibbert
Via Federigo Stibbert, 26 - 50314 Firenze


Apertura al pubblico
Lun-Mar-Mer chiuso
Ven-Sab-Dom 10-18
Giovedì chiuso

Tel. Biglietteria 055 475520
Tel. Direzione 055 486049


email
biglietteria@museostibbert.it
direzione@museostibbert.it


Attività didattiche


Il museo Stibbert vi invita a fruire di un'ampia offerta didattica attraverso la collaborazione con scuole e famiglie.

Contattaci
biglietteria@museostibbert.it
Tel. 055 475520

L'Oriente in Casa

L’Oriente in casa. Opere dalla collezione di Frederick Stibbert

Arezzo, Casa Bruschi 28 ottobre 2020 - 06 giugno 2021

 

Il 28 ottobre sarà inaugurata la mostra “L’Oriente in casa. Opere dalla collezione di Frederick Stibbert”, curata da Enrico Colle e Martina Becattini e nata dalla collaborazione tra la Fondazione Ivan Bruschi, amministrata da UBI Banca e il Museo Stibbert di Firenze.

Nelle sale espositive di Casa Bruschi, in un incontro-dialogo con l’eclettica collezione del noto antiquario aretino, saranno visibili pregiati e originali pezzi provenienti sia dall’armeria di Frederick Stibbert che dalla sua casa-museo: arredi e dipinti che mostrano il gusto per l’egittomania, mobili intarsiati in madreperla, affiancati da oggetti in metalli sbalzati e smaltati per documentare l’arte islamica e, a conclusione dell’esposizione, un’ampia selezione di particolari opere d’arte provenienti dalla Cina e dal Giappone.

A partire dagli anni cinquanta dell’Ottocento la ricezione dell’arte orientale avvenne in Europa non solo grazie ai nuovi mezzi di locomozione, che consentirono un più rapido spostamento delle persone e delle merci, ma soprattutto attraverso il canale privilegiato delle esposizioni universali che permisero ad un vasto pubblico di venire in contatto con inedite forme artistiche.

Grazie alla frequentazione di queste immense fiere commerciali e di forniti antiquari in Italia e all’estero, Frederick Stibbert poté ammirare ed acquistare, oltre agli oggetti destinati ad arricchire le sue collezioni di armi ed armature orientali, quelle suppellettili e quei mobili del medio e dell’estremo oriente che servirono ad arredare le numerose stanze della villa di Montughi.

La casa museo del collezionista anglo-fiorentino divenne così un precoce esempio di quello stile eclettico che prevedeva, accanto agli arredi di gusto neorinascimentale e neogotico, esempi del gusto neoegizio, capolavori dell’arte islamica e tutta la produzione di oggetti in porcellana, lacca e bronzo provenienti dalla Cina e dal Giappone.

Come avvenne nelle grandi collezioni europee che si erano formate in questo periodo, Stibbert non solo acquistò per dotare la sua casa di un vasto repertorio di arte orientale, ma diede anche l’incarico ai suoi artigiani di rielaborare gli spunti decorativi forniti da questi manufatti esotici, creando originali manifestazioni artistiche, caso quasi unico in Italia.

Per illustrare questo particolare momento del collezionismo artistico italiano e ricreare le suggestioni del gusto per l’eclettismo che informava una casa altoborghese della fine dell’Ottocento, sono stati selezionati alcuni pezzi provenienti sia dall’armeria di Frederick Stibbert che dalla sua casa-museo. Il percorso della mostra introdurrà il visitatore alla scoperta della dimora di un raffinato collezionista che attraverso mobili e suppellettili ricreava suggestive atmosfere esotiche, per viaggiare con la fantasia in luoghi lontani e ricreare, proprio come il titolo della mostra vuole evocare “l’Oriente in casa”.

Tutti coloro che all'ingresso presenteranno il biglietto del Museo Stibbert avranno diritto all'ingresso ridotto a Euro 3,00

Comunicato Stampa